HOMO PIDDISTICUS DETERIORENSIS 1

Creatura sociale variante degradata dell’homo sapiens

stanziata nei territori afferenti all’Umbria ex verde felix. Se fuori dal gruppo, o corpo mistico, riesce a comportarsi nei parametri della specie altrimenti professa una fede dogmatica nel Nulla Mutevole. Ultimamente ha come riferimento la religione cattolica su indicazione dei quadri di partito interessati ad intercettare i voti democristiani esodati da Berlusconi puttaniere. Il tono e l’aspetto è sempre triste e dimesso in pubblico mentre in privato contando i soldi fatti tramite il partito è più allegro ma il più delle volte é in cronica depressione a causa della perdita di ogni speranza di ottenere il rispetto di qualsiasi diritto che non sia il matrimonio omosessuale ovvero de pialla in der posto in cambio del diritto alla salute gratuito, al diritto all’istruzione gratuito e del diritto della cittadinanza. Crede in una religione sincretica, nella fine del tempo e si sente chiamato come il popolo eletto a vivere sulle spalle dei poveri coglioni, non crede nell’anima né nella resurrezione della carne, perché per lui, la vita parte con Weltroni e finisce con la morte di D’Alema. Crede nel lobbismo e nelle logge segrete e per niente nel diritto, la procedura è solo orale, la tradizione consente solo scritti di propaganda, per il resto l’analfabetismo è caldeggiato quando non consigliato esplicitamente.  La Costituzione è meglio quella americana ma dipende, come la pelle dei coglioni. È l’anello di congiunzione evoluzionistica fra il donca, lu bardascittu, l’potto e il me qui me lé e il paradiso del jazz americano coltivato con i fondi strutturali europei in vista della ricongiunzione all’amata patria americana de Nello Mericoni Wots american

La neolingua che usano è riconoscibile dall’accentazione tutta strampalata. E’ l’apoteosi della rifondazione dell’ignoranza del popolo. Per i giovani è previsto un lungo tirocinio gratuito perché gli anziani del partito non gli danno nessuna fiducia. E come biasimarli? Loro che vivono nell’eterno presente ed esprimono la loro cultura tramite arte di regime nazista o del socialismo reale alla Ceausescu.

L’incarnazione delle nuove generazioni viene stabilita secondo regole dinastiche ferree determinate dal darwinismo sociale e dall’attesa  ebraica del messia che non arriva mai. Solo i rampolli dei burocrati possono aspirare alla scalata sociale e vengono allevati di conseguenza. Se vengono dal popolino prima devono dare esempio di dedizione al partito preso, poi alla seconda generazione, se il condizionamento alla dipendenza e il ricatto sull’avvenire dei figli va a buon fine, può darsi che si aprano le vie d’ascesa per l’istruzione e la formazione dedicata ai gerarchi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...